accessibileL’accessibilità è quella caratteristica dei Siti Web che li rende fruibili, in modo efficace e con soddisfazione, anche da persone che si trovano in condizioni “di svantaggio”, quali, per esempio, le persone diversamente abili o gli anziani.

Rendere accessibile un Sito Web significa, quindi, includere tra i suoi potenziali utenti anche quelle categorie di persone che, altrimenti, non ne avrebbero accesso, proprio a causa della riduzione  delle proprie capacità motorie, sensoriali o psichiche. In tal modo, oltre ad una valenza sociale, assume anche un’importanza economica e  tecnologica (dato che la progettazione “per tutti” porta benefici alla totalità degli utenti).

L’accessibilità dei Siti Web è regolata in Italia da una legge: Legge 4/2004 o Legge Stanca, dal nome del ministro che l’ha promossa. Questa legge, intitolata “Disposizioni per favorire l’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici” si applica alla pubblica amministrazione, ma costituisce anche un modello per i privati.

La Legge definisce una serie di requisiti da rispettare e le procedure per verificare l’accessibilità di un Sito Web. Il primo livello è una “verifica tecnica”, il secondo è una “verifica soggettiva”. Tali verifiche sono condotte da Valutatori dell’Accessibilità certificati dal CNIPA.

A seguito della normativa Data Stampa ha realizzato i siti per la consultazione di tutti i servizi “accessibili”.

Tutto in una unica piattaforma visualizzabile su tutti i dispositivi mobili