PRIMA DI CONSULTARE IL SITO PER CORTESIA LEGGETE QUESTE NOSTRE NOTE, OVVERO…

Rispondere alle esigenze dei comunicatori è sempre stato il nostro obiettivo. Ci sarebbe bastato che ci avessero considerati “bravi”, loro invece ci considerano i “migliori”. La loro soddisfazione è la nostra forza.

Il mercato in cui operiamo è oggi molto difficile perché la battaglia concorrenziale non si gioca, come dovrebbe essere, esclusivamente sulla qualità o sul prezzo dei servizi offerti, ma anche con un inconcepibile ribasso dei prezzi praticati al solo scopo di cercare di non morire che, nelle gare, vedono riduzioni addirittura dell’80%, quando non del 90%.

Le pratiche dei ribassi dei prezzi che travalicano la stessa dimensione del “dumping” perché spesso si tratta sia di ribassi abnormi non solo rispetto alla base d’asta, ma anche rispetto allo stesso canone praticato dal medesimo operatore col medesimo cliente appena l’anno prima, sia di ribassi tali da pregiudicare a priori un’accettabile qualità del servizio. Solo chi ha un minimo di capacità intellettiva può capire che non si può consegnare un servizio di tal genere ai prezzi che propongono alcuni nostri competitor. E’ un tipico caso di incauto acquisto: comprereste un’automobile di super prestigio pari a 3000 cc di cilindrata a 5.000,00€ ? sareste folli oppure rassegnati ad un servizio di serie B o forse C.

La nostra realtà, nata 35 anni fa, annovera oggi circa 500 clienti, tutti altamente fidelizzati. Non abbiamo mai perso un cliente per la qualità del servizio. I comunicatori combattono sempre per la qualità ma i loro eterni “nemici”, i responsabili degli acquisti, non essendo del ramo, sono fatalmente portati a ritenere che un servizio valga l’altro, e a perseguire l’unico obiettivo di risparmiare a tutti i costi, lasciando il comunicatore a combattere con un fornitore non in grado, per economica impossibilità, di fornire un servizio all’altezza delle loro esigenze.

Data Stampa ha fatto della qualità dei servizi la propria missione, e per questo è conosciuta. Pratica prezzi di mercato e segue la sua clientela come si può chiedere ad un partner e non ad un fornitore. Ma è un fatto che, nelle Istituzioni dove la comunicazione è un asset strategico e vi si presta la massima attenzione, Data Stampa è presente, proponendosi con un perfetto equilibrio costi-benefici.

 

Per questo motivo sono oggi abbonati:

 

  • Presidenza della Repubblica
  • Senato della Repubblica
  • Camera dei Deputati
  • Banca d’Italia
  • Corte dei Conti
  • MEF, tutte le agenzie fiscali e altri Ministeri
  • Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri
  • Comando Generale della Guardia di Finanza
  • Polizia di Stato
  • 31 delle 40 aziende quotate all’Indice FTSE MIB della Borsa italiana
  • tutti i più importanti operatori di telefonia (Fastweb, Tim, Vodafone, Wind…)
  • tutti i più importanti Istituti di Credito (ABI, Credit Agricole, Intesa Sanpaolo, Deutsche Bank, Mediobanca, BNL-BNP Paribas)
  • primarie realtà imprenditoriali nazionali (Atlantia, Barilla, FCA, Ferrari, Luxottica, Pirelli)
  • primarie realtà imprenditoriali multinazionali (Coca Cola, Nestlé, Philip Morris, Procter…)
  • tutti i più importanti gruppi assicurativi (Ania, Allianz, Generali, Gruppo Unipol…)
  • le principali case farmaceutiche (Farmindustria, Novartis, Pfizer, Sanofi…)
  • le più importanti emittenti (Discovery, La7, Mediaset, Rai, Sky…)
  • primarie realtà economiche “pubbliche” (Cassa Depositi e Prestiti, Fincantieri, Fintecna, Enel, Eni, Poste…)

 

Inoltre:

 

  • Data Stampa, più che all’opera di una struttura commerciale propriamente detta, deve le sue referenze al ‘passaparola’ generato dalla clientela.
  • Data Stampa ha un fatturato che è in crescita continua negli anni, a differenza di molti altri operatori che nello stesso periodo di riferimento hanno il segno ‘meno’.
  • Data Stampa non ha debiti con le banche, a differenza di altri operatori che ne hanno di altissimi.
  • Data Stampa non ha debiti con l’Erario.
  • Data Stampa non ha mai fatto ricorso alla mobilità.
  • Data Stampa non ha mai fatto ricorso alla cassa integrazione.
  • Data Stampa negli anni ha continuato ad assumere stabilmente nuovo personale ed ancora assume.
  • Data Stampa investe abitualmente una rilevante percentuale degli utili d’esercizio in tecnologia, formazione e aggiornamento delle risorse umane.

Gli operatori di questo nostro settore, come di qualunque altro, si devono valutare anche per i risultati che alla fine di un anno di lavoro hanno “portato a casa”, evidenziati sui rispettivi bilanci. A riguardo, ci è sembrato utile rappresentare qualche dato ufficiale dei tre maggiori operatori del settore: Data Stampa, Eco della Stampa e Telpress, tratto dai bilanci pubblici depositati. Noterete che, contrariamente alle denigrazioni delle quali diversi clienti continuano a riportarci, Data Stampa è l’unica ad aver conseguito risultati e per di più ottimi.

bilancio_ds

Nell’ultimo biennio il Valore della Produzione di Data Stampa è aumentato del 7,20%

bilancio_eco

Nell’ultimo quadriennio il Valore della Produzione di Eco della Stampa è diminuito di circa il 17%

bilancio_telp

Nell’ultimo quadriennio il Valore della Produzione di Telpress è diminuito del 10,72%

Data Stampa, da 35 anni, opera umile, sempre in linea con le aspettative dei propri clienti.

Saremo lieti di fare per Voi una demo e poi un preventivo, chiedetecelo

In Evidenza

Noi e la PA

La Pubblica Amministrazione centrale e periferica non è costretta a servirsi solo dell’Accordo Quadro per acquisire servizi di monitoraggio stampa, audio-video e web, ma può anche andare sul MEPA. Invece per il monitoraggio delle agenzie deve necessariamente ricorrere al MEPA perché l’Accordo Quadro non lo prevede.

(continua)

Diritto d’Autore

L’azione di Fieg-Promopress non ferma Data Stampa. Quattro anni di pressante attività mediatica, a nostro giudizio non supportata da alcun fondamento normativo, non sono riusciti ad intaccare la nostra solidità sul mercato. Prova ne è che Data Stampa, così come gli altri “rassegnatori” non firmatari.

(continua)

I Nostri Clienti

Affinché Vi sia possibile accedere al portfolio Data Stampa, che comprende una selezione esemplificativa e non esaustiva dei nostri abbonati (non ce ne vogliate per eventuali e involontarie omissioni!), si riporta di seguito una rappresentazione grafica della nostra presenza nei settori pubblico e privato.

(continua)

La nostra missione

Da oltre trent’anni forniamo servizi di media monitoring a molti dei più prestigiosi Enti e Istituzioni pubbliche, nonché alle più belle realtà del mercato privato nazionale e multinazionale, tra cui 31 società delle 40 quotate al FTSE MIB. La nostra attenzione è rivolta non solo alla fidelizzazione dei nostri abbonati, alcuni dei quali “con noi” da 34 anni, ma anche al costante incremento degli standard qualitativi dei servizi offerti.

La nostra esperienza

  • Rassegna   Stampa   dal   1981

  • Rassegna Audiovideo dal 1986

  • Analisi   dei   Media   dal  1996

  • Monitoraggio  Web   dal  1999

  • Agenzie  di   Stampa  dal 2006

  • Monitoraggio Social  dal  2006

I servizi

Un team di esperti dell’informazione seleziona da tutta la stampa nazionale più autorevole gli articoli che compongono la rassegna stampa, divisa in settori, ai quali viene dato.

(continua)

Giovani laureati in lingue e letterature straniere, interpreti ed esperti traduttori monitorano quotidianamente fonti scelte tra le più autorevoli della stampa inglese, francese, tedesca, spagnola.

(continua)

La presenza capillare sul territorio, attraverso le 18 sedi regionali, consente a Data Stampa di monitorare tutte le testate nazionali, a diffusione regionale e provinciale, e di produrre rassegne.

(continua)

Grazie alle tecnologie più avanzate, che consentono di veicolare in tempo reale filmati, registrazioni e fotografie elettroniche, siamo in grado di offrire tempestivamente il monitoraggio.

(continua)

Grazie alla realizzazione di un software “contenitore”, Orazio All Services, che permette la consultazione e la gestione dei notiziari delle agenzie, delle proprie rassegne e dei contenuti multimediali.

(continua)

Giovani analisti della Rete, dai siti più autorevoli presenti in Internet alle voci degli opinion leader, producono, dotati di spirito critico e duttilità, una rassegna stampa basata su una selezione.

(continua)

Il servizio di analisi dei media offre un utile ed efficace strumento di controllo della presenza su quotidiani, periodici, web e radio/tv di enti e società operanti in ogni settore, sia pubblico sia privato.

(continua)